Associazione Turistica Pro Trabia- San NicolaAssociazione Turistica Pro Trabia- San Nicola
Forgot password?

Itinerario eno-gastronomico

Spread the love

Nespolo

NespoleIl nespolo presente nel territorio di Trabia appartiene alla famiglia della Eriobotrya Japonica. Il nome scientifico da indicazioni, sulla sua provenienza e non sulla sua origine. In Sicilia il nespolo è pervenuto dal Giappone intorno alla metà del 1800. E’ una pianta perenne con foglie lanceolate di colore verde scuro e verde pallido. I fiori piccoli e numerosi sono di colore bianco e sono portati in pannocchie (chiamate scocche). Qui cresceranno i frutti che variano molto in dimensioni e in colore dal giallo pallido all’aranciato.A Trabia si coltivano diverse specie di Nespole: le più importanti sono la Nespola Rossa di Trabia, il Nespolone di Trabia e la Sanfilippara. La Nespola Rossa di Trabia è un frutto medio-piccolo, tondeggiante e di un colore arancio intenso, dolce a maturazione dalla buccia di medio spessore e dalla polpa consistente. Il Nespolone di Trabia è un frutto grosso, dalla forma allungata e di colore giallo aranciato. La buccia è molto spessa e la polpa consistente. Il Nespolone Sanfilipparo prende il suo nome da una famiglia trabiese che commerciava in tutta la Sicilia e in Italia questo frutto. Le sue caratteristiche sono similari a quelle del Nespolone di Trabia. La campagna nespolica si apre con la Nespola Rossa che ha inizio a fine marzo-aprile e prosegue con il Nespolone di Trabia e la Sanfilippara a giugno. Dalla Nespola di Trabia è possibile ricavare numerosi prodotti gastronomici di pregiata fattura quali il liquore Nespolino, la confettura di Nespole che trova molte applicazioni soprattutto in campo dolciario e le “Nespole Sciroppate”.

 

 

Pasta

quadro_pasta_bigIl geografo arabo Screrif Al Idrisi, durante un viaggio intorno alla Sicilia, descriveva Trabia come “una pianura in cui si produce tanta pasta da esportare in tutte le parti.” A seguito di questo documento del 1154 rinvenuto all’interno del Libro di Re Ruggero, si può affermare che la pasta secca lunga chiamata Itryah “Spaghetti” venisse prodotta nel territorio di Trabia nel quale vi era la presenza di numerosi mulini alimentati dalle sorgenti d’acqua. La presenza di uno di essi è testimoniata ancora oggi all’interno della struttura sita in Via Lavatoio: in particolare, esso veniva alimentato dalla sorgente d’acqua proveniente da Piazza Lanza. A Trabia è tuttora presente una zona denominata Piazza Mulini dove si conserva la testimonianza del luogo in cui sorgevano gli antichi opifici. Altri mulini erano stati un tempo costruiti sulla scogliera ad Oriente del Castello.

La produzione di pasta è stata favorita dalla nascita di alcuni pastifici, quello più famoso apparteneva alla famiglia Messineo. Un importante strumento per la lavorazione degli Spaghetti era il cosidetto “Arbitriu”: ottenuto l’impasto questo veniva prelevato in piccole quantità, introdotto nel torchio e pressato con la “trafila”, un disco generalmente di bronzo bucherellato in vario modo a seconda del formato desiderato attraverso cui usciva l’impasto finale. Questi vecchi torchi iniziarono ad essere sostituiti durante la Rivoluzione Industriale con le Presse Idrauliche. Occorrerà aspettare il 1930 per l’introduzione della “Pressa continua” che permetterà di impastare, gramolare e pressare la pasta contro la Trafila senza interrompere il ciclo produttivo. Fu però con l’avvento dell’essicazione artificiale che la produzione della pasta poté trasformarsi da prodotto artigianale a prodotto industriale.

 

 

Olivo

riservaA Trabia è possibile trovare varie tipologie di alberi di ulivo. Un atra queste è la specie Biancolilla, mentre la cultivar predominante è la Ogliarola Messinese detta Nostrana, Calamignara, Passulunara. È proprio da questa tipologia di ulivo che si possono ricavare ottimi prodotti quali olio, olive verdi, olive nere e i cosidetti passuluna. L’olio prodotto da questa tipologia di ulivo presenta spiccate e pregiate qualità. Per tale motivo l’olio prodotto nel Comune di Trabia è contrassegnato da una elevata conservabilità e un intenso gusto fruttato, amaro e piccante.

Grazie alle sue spiccate caratteristiche l’olio prodotto nel Comune di Trabia ha un migliore livello di digeribilità e assorbimento intestinale. Per tale motivo rappresenta l’elemento principe della dieta mediterranea. A contribuire all’ottima qualità di questi prodotti è la posizione favorevole del Paese situato tra la montagna ed il mare e un clima mite che lo contraddistingue